Archivi tag: MotoGP

Karatella Race 2013

Lo avevamo scritto in occasione della scorsa edizione, e lo ripubblichiamo ancora: Karatella Race è uno degli eventi più sboroni di tutta la Provincia di Rimini. Quest’anno lo è ancora di più: la Karatella Race 2013 prevede, oltre all’entusiasmante gara, molti più appuntamenti legati al divertimento, concentrati nelle due giornate di sabato e domenica. Saranno presenti molti comici di Zelig – tra i quali spicca Paolo Cevoli, che darà il via all’evento -, stuntman acrobatici e spettacolari – tra loro troviamo il nome di Roberto Poggiali – e un lungo Dj set condotto da Radio Sabbia Live. Gli stand gastronomici affolleranno le strade di Coriano per sfamare e dissetare con i prodotti tipici romagnoli il pubblico numeroso.

Domenica, invece, si corre! Si comincia al mattino presto, alle 8:30, con le qualifiche e le gare della categoria junior. Al pomeriggio è il turno degli amatori e dei professionisti. Si premieranno le karatelle più belle e più veloci, con premi separati. Come da tradizione, sono ammesse solo karatelle realizzate in casa e prive di motore. Questo comporta ad una ricerca creativa che ogni anno produce modelli dal look incredibile. I veicoli si lanceranno nella lunga discesa tortuosa di Coriano per 800 metri di picchiata, attraversando due terribili chicane e un paio di curve che rendono il tragitto più entusiasmante.

Non mancheranno i piloti italiani, da sempre protagonisti degli eventi più rumorosi della Romagna, in particolare per quelli legati alla città di Coriano: saranno infatti presenti Andrea Dovizioso, Mattia Pasini, Alex De Angelis, Niccolò Antonelli, Lorenzo Baldassari e Nicolò Bulega. Come ogni anno, inoltre, l’incasso sarà devoluto in beneficenza all’Associazione Dottor Clown Rimini.

Per la realizzazione di Karatella Race 2013 si ringrazia il main sponsor 9MM Energy Drink e, per lo sponsor e la comunicazione, Paolucci Marketing.

Dedikato 2013

Tutto pronto per il Dedikato 2013! A dieci anni dalla scomparsa del pilota giapponese il ricordo è ancora fortissimo e anche quest’anno Misano Eventi prepara una festa di dimensioni enormi. Dopo i 15.000 presenti all’edizione 2012, ci si prepara nuovamente per tornare nell’Arena 58 per una grande serata di sport, spettacolo e adrenalina allo stato puro con la partecipazioni dei campioni di MotoGP. Ci aspettano anche quest’anno gare in notturna che vedranno piloti e giornalisti sfidarsi a bordo di ape car cross, con musica e tanto spettacolo. Ma non è solo divertimento: oltre allo show, il Dedikato raccoglie fondi per associazioni umanitarie. Dopo diversi anni di proventi devoluti alla ricerca Fibrosi Cistica, dall’anno scorso l’organizzazione si impegna anche per la Fondazione Marco Simoncelli.

Inoltre, anche in quest’occasione è stata realizzata una t-shirt in onore del pilota (design di Gianluca Alessandrini), ed è stata presentata prima ai piloti del Team Gresini (in cui correva Daijiro) poi a tantissimi altri piloti, meccanici, tecnici e giornalisti della MotoGP in occasione del Gran Premio d’Italia al Mugello. È possibile acquistarla presso l’info point di Misano Eventi o anche direttamente alla serata del Dedikato 2013. Il ricavato servirà a finanziare i progetti della Fond. Marco Simoncelli.

 

Dove: Arena 58, Misano Adriatico
Quando: 14 settembre 2013
Info: www.dedikato.net – www.misanoeventi.com
Guarda altre foto sulla pagina Facebook del Dedikato.

Il podio del GP di San Marino e Riviera di Rimini

Il podio del Moto GP di San Marino e Riviera di Rimini profuma d’Italia, profuma di Romagna. Il secondo posto di Valentino Rossi, inaspettato ma tanto sperato, il terzo posto di Bautista sulla Honda del Team Greasini (lo stesso team di Marco Simoncelli), e addirittura il quarto posto (questione di centimetri…) di Andrea Dovizioso rendono omaggio ad uno sport che agli italiani e ai romagnoli, storicamente, riesce particolarmente bene.

C’è Rossi, c’è Ducati, Bautista con la moto di Sic e Dovizioso lì vicino. C’è la dedica di Valentino all’amico Marco e alla famiglia Simoncelli. C’è un gran bello spettacolo. Quanto di più bello si potesse sperare nel week end di MotoGP che conclude gli eventi della stagione estiva della Provincia di Rimini.

MotoGP Week: tutti gli eventi da non perdere

Ecco un breve promemoria con tutti gli eventi che si svolgono in questa settimana in attesa del MotoGP di San marino e Riviera di Rimini. Non ci si annoia mai, da mercoledì a domenica ogni sera c’è qualcosa di incredibile da fare. E la settimana dopo il motomondiale si continua a correre sulle strade di Coriano…

Mercoledì 12: Spiedini e Lanterne.
La cena organizzata dallo staff di Tanzania in Lambretta a base di piadina, spiedini di pesce e San Giovese di Romagna. Sarà presente anche una mostra di moto d’epoca.  E verranno lanciate in cielo delle affascinanti lanterne orientali. Leggi l’articolo dedicato a Spiedini e Lanterne.
Dove: a Misano Adriatico, via Alberello (giardini del Bobo).

Giovedì 13: dediKato.
Grande serata in onore del pilota giapponese sempre nel cuore dei romagnoli. Si approfitterà dell’evento per ricordare anche Marco Simoncelli. Non mancheranno spettacoli musicali e gare su Ape Car truccati in stile racing. Leggi l’articolo rivolto all’evento dediKato e quello rivolto al pilota giapponese.
Dove: a Misano Adriattico, Arena 58 – via Romagna.

Venerdì 14: MotoGP Football Match
Si svolgerà una partita di calcio tra la Nazionale Stilisti italiani e un team di 11 piloti per raccogliere fondi per l’Associazione Marco Simoncelli.
Dove: Stadio Comunale Misano Adriatico, via Daijiro Kato.

Sabato 15: Campionato italiano FMI Speedway individuale open 2012
La quuinta gara del campionato individuale si svolge per la prima volta nell’ovale di Misano Adriatico, allestito in occasione del MotoGP di San Marino e Riviera di Rimini.
Dove: Arena 58 – via Romagna Misano Centro

Week end 14-15-16: Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini.
Prove libere, prove ufficiali e gara del MotoGP. Leggi l’articolo dedicato al MotoGP di San Marino e Riviera di RiminiDove: Misano World Circuit Marco Simoncelli, via Daijiro Kato.

Domenica 23 settembre: Karatella Race
Una gara da veri romagnoli, i concorrenti si lanciano sulle strade di Coriano a bordo di caratelle dal design accattivante e dall’aerodinamica aggressiva. Leggi l’articolo relativo a Karatella Race.
Dove: Coriano, centro della città. 

 

Spiedini e lanterne

Lo staff di Tanzania in Lambretta, dopo lo stop imposto dal Comune di Cattolica per l’evento Lanterne in Festa, ripropone lo stesso spettacolo di fuoco, luci e speranza al Parco Alberello di Misano Adriatico, il 12 settembre. Spiedini e lanterne è uno dei grandi appuntamenti romagnoli che anticipano il week end del Gran Premio MotoGP di San Marino e Riviera di Rimini. Si tratta di una cena a base di pesce, come una volta, con spiedini, piadina, insalata e vino. Il tutto a scopo di beneficenza per la raccolta fondi di Tanzania in Lambretta – Missione Sabuko. In questa occasione si riprende in mano l’evento delle Lanterne dello scorso agosto, e si propone la prima edizione di una nuova festa che riscopre i sapori del mare e la solidarietà delle persone. Non mancherà musica dal vivo ed una grande esposizione di moto d’epoca. All’evento parteciperanno anche alcuni piloti della MotoGP, soprattutto quelli romagnoli, una ragione in più per non mancare. Le lanterne, infine, verranno lanciate attorno alle 22:30.

Info: www.motosaraghina.itinfo@motosaraghina.it – evento facebook
Luogo: Parco Alberello, Misano Adriatico.
Ora: dalle 20 in poi.
Altri appuntamenti pre-MotoGP: dediKato

Arriva la MotoGP in Romagna

La Romagna è da sempre terra di motori, terra di grandi piloti e grandi soddisfazioni sulle due ruote. Non a caso anche quest’anno il Misano World Circuit ospita una tappa del campionato mondiale di MotoGP. Il Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini raggiungerà il circuito dedicato a Marco Simoncelli il 14, 15 e 16 settembre. Come per le precedenti edizioni, anche quest’anno il GP viene anticipato dal dediKato, evento all’insegna del divertimento in memoria del pilota giapponese Daijiro Kato. Questo appuntamento sportivo è diventato ormai un classico dell’estate romagnola, che porta sia dentro che fuori dalla pista i piloti delle classi Moto3, Moto2 e MotoGP: è infatti facile incontrarli nelle strade di Riccione o nei locali sulla spiaggia di Cattolica, soprattutto perché i fan club dei piloti romagnoli come Valentino Rossi, Mattia Pasini, Andrea Dovizioso, Alex De Angelis (che è romagnolo a metà…), Niccolò Antonelli e Nicky Hayden (l’americano che tanto piace ai fan italiani della Ducati) si radunano nei luoghi di culto dell’estate riminese.

È sì una tappa del mondiale, ma è anche una vera e propria celebrazione della passione motociclistica che da sempre vive in Romagna. E partecipare alla gara è una delle cose più sborone da fare, almeno una volta nella vita, a Rimini e dintorni.

I biglietti per partecipare al week end sono disponibili sul sito ufficiale del Misano World Circuit o su ticketone. È online il programma completo del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini.

Il ricordo di Daijiro Kato

I romagnoli sono particolarmente affezionati a Daijiro Karo, il pilota giapponese di MotoGP che ha vissuto a Misano Adriatico. In tantissimi locali di Cattolica, Riccione e la stessa Misano si trovano foto di Daijiro appese alla parete, spesso accanto a quelle di Valentino Rossi, Mattia Pasini e Marco Simoncelli, segno che Kato amava tutto della Romagna: i bar, i pub, le serate in spiaggia e le discoteche. Le persone del posto, i giornalisti di Mediaset e i tanti piloti italiani lo ricordano nel giorno a lui dedicato, o meglio, nel giorno del dediKato. Solitamente questa serata anticipa il Gran Premio di Rimini e San Marino, quando persone di tutto il mondo raggiungono la costa riminese per assistere alle gare di MotoGP.

L’evento attira anche i giovani appassionati di motori che non hanno avuto l’occasione di vedere Kato vincere il mondiale in 250, questo post, dunque, è proprio per loro, per quelli che non conoscono i numeri di un campione che ha segnato la storia del motomondiale.

Daijiro nasce a Saitama nel 1976 e, come tutti i piloti, già a quattro anni si getta sulla prima minimoto. Vince per quattro volte il campionato giapponese di minimoto e per altre due alza la coppa del campionato nazionale 250. Approda ufficialmente nel motomondiale già in sella ad una Honda 250 nel 2000 (dopo due gare come wild card nel ’96 e ’97). L’anno successivo, con una moto Honda del Team Gresini, vince 11 gare nella categoria e conquista il titolo mondiale. Entra così nella storia. L’anno successivo è già in classe regina in sella ad una Honda 500, di quelle vecchio stampo a due tempi, sostituita poi, grazie ai meriti in gara, con una più performante RC211V a quattro tempi. Da esordiente si trova spesso a lottare con i campioni di quel periodo, particolarmente con Valentino Rossi e Max Biagi, salendo due volte sul podio senza però riuscire a vincere un Gran Premio. L’anno successivo, quello che avrebbe dovuto rappresentare la svolta, Kato si presenta su una Honda ufficiale, sempre legata al Team Gresini, con altissime ambizioni e ottime possibilità di giocarsi il titolo. Il tre aprile, però, durante il GP di Suzuka, proprio in Giappone, Daijiro perde il controllo della sua moto e finisce contro un muro fuori dalla pista. Un muro che molti sostengono fosse troppo vicino. Altri parlano di un problema della sua moto. Alcuni non sanno chi incolpare.
Daijiro Kato si spegne dopo due interminabili settimane di coma.

Quello che resta, oggi, è il suo sorriso, la sua memoria, e l’attenzione che il pubblico dei motori continua con costanza a prestare verso questo ometto di bassa statura dal viso simpatico e i capelli rossicci. E ancora si sente qualcuno gridare “dagli un giro Kato”.

Curiosità: La t-shirth che indossa Daijiro è stata realizzata da Gianluca Alessandrini. Notare l’alla fine di Katoh, il nome vero del pilota si scrive proprio così, per convenzione è stato italianizzato al semplice Kato.

dediKato 2012

Settembre è il mese dei motori. Il giorno prima dell’inizio del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini, come ogni anno a Misano si realizza il Dedikato, uno spettacolo ricco di gare a inseguimento con Ape Car, show sulle due ruote, musica e comicità. Ovviamente, l’evento è realizzato in memoria di Daijiro Kato, pilota di MotoGP scomparso il 20 aprile 2003 in seguito ad un incidente nel circuito di Suzuka. L’evento, fortemente voluto dagli amici romagnoli di Kato, con l’appoggio del Team Gresini (in cui il pilota correva) e altri sponsor, quest’anno dedicherà attenzione anche a Marco Simoncelli, e sarà infatti realizzato all’Arena 58 di Misano Adriatico. Proprio qui andrà in scena un spettacolo speciale: Sliding on Dirt, in cui molti degli attuali piloti di MotoGP, giornalisti e comici si sfideranno a bordo di Ape Car “truccati” in stile racing. A condurre la serata, ovviamente, ci saà Guido Meda, icona del giornalismo delle due ruote. La comicità è affidata poi a due Vip della zona, Giuseppe Giacobazzi e Giovanni Cacioppo, e parteciperanno anche i The Rainband, la band inglese che ha realizzato una canzone in memoria di Marco Simoncelli, “Rise Again”.

Quindi tanto divertimento, tanto gas, tanti ricordi, ed un soffio di nostalgia, quella che non ci abbandona mai. L’evento sarà ad ingresso libero.

Per info: www.dedikato.com

Quattro pieghe a Tavullia

Prima che Valentino Rossi diventasse Valentino Rossi, il Comune di Tavullia era un tranquillo paesino in collina, incastonato tra Gradara, San Giovanni e Pesaro. Nient’altro. C’erano gli anziani seduti sulle panchine dei marciapiedi, quelli che passano le giornate a rievocare la propria vita gettando briciole di pane agli uccellini. C’erano i ragazzini che si lanciavano con biciclette e motorini giù per la strada principale della città. C’era la vita di tutti i giorni che scorreva nello stesso identico modo da tutto il tempo di una vita. E sarebbe andato avanti così per anni, se tra quei ragazzini non ce ne fosse stato uno che le curve le affrontava in modo diverso.

Il resto, lo sappiamo già, non serve che vi raccontiamo la carriera di Valentino Rossi, preferiamo invitarvi, invece, a visitare, possibilmente in moto, il Comune di Tavullia, che oggi è diventano un vero e proprio tempio del motociclimo. Le gigantografie del pilota italiano sono appese ovunque, quindi non c’è da meravigliarsi se, passando tra le casette del paese vi pare di incontrarlo appeso ad un terrazo o sopra un tetto. I tabacchi e i negozi si sono riempiti di gadget e merchandise di ogni tipo: dalle t-shirt ai portachiavi, dai cappellini ai pupazzetti, dalle miniature ai polsini. A pochi passi dal centro, dall’Arco, si trova la sede ufficiale del Fan Club di Valentino Rossi, il rivenditore ufficiale VR46 Store, e il ristorante Da Rossi. Proprio in quest’ultimo è possibile gustare una pizza – fenomenale – sedendosi tra i caschi, le tute e i cimeli che il campione ha usato nella sua carriera. Ogni domenica di gara, ovviamente, il ristorante sintonizza la tv unicamente sul GP in corso, e pranzare (o cenare) guardando la MotoGP, in questo ristorante-museo, è di certo una delle 101 cose da fare, almeno una volta nella vita, per tutti gli appassionati di moto e di Rossi.

Ma non è tutto qui. C’è dell’altro. C’è che qualunque strada si scelga di intraprendere per raggiungere Tavullia, è piena di curve e attraversa un paesaggio meraviglioso, fatto di colline e campi agricoli, un toccasana per tutti coloro che le affrontano in motocicletta o anche in bici. Proprio come dicono i motociclisti, quello che conta non è dove vai, ma la strada che fai.

Hai dei percorsi in moto o bicicletta da segnalare o condividere? Hai fotografie del Comune di Tavullia o di qualche suo particolare? Inviacele con il tuo nome sulle nostre pagine Facebook, Twitter (usa l’hashtag #101cdf) o via email.

Mattia Pasini supporta Karatella Race

Il pilota di MotoGP Mattia Pasini ha incollato sul proprio casco, in occasione del Gran Premio d’Italia, l’adesivo con il logo di Karatella Race. Un po’ per ringraziare gli amici di Coriano che lo supportano, un po’ per ricordare a tutto lo Stivale che il 23 settembre si terrà nella città di Marco Simoncelli la folle corsa sulle caratelle. Lo stesso Pasini,assieme ad altri piloti della MotoGP, parteciperanno a Karatella Race, quindi, mi raccomando, non mancate alla gara più folle della Romagna.

Le foto in azione sul circuito del Mugello sono state scattate da Mirco Lazzari, fotografo ufficiale del team Speed Master. Il particolare sul casco di Mattia Pasini è stato scattato da Gianluca Alessandrini.